Simone Bettini, l’innovazione nello scaffale

Simone Bettini, l’innovazione nello scaffale

Simone Bettini è presidente di Confindustria Firenze, vicepresidente di Confindustria Toscana e da poche settimane è anche presidente di Fidi Toscana, la finanziaria regionale per lo sviluppo. Soprattutto è alla guida della Rosss di Scarperia nel Mugello a pochi chilometri da Firenze, ora quotata in Borsa all’Expandi.

—————————————————————————————————————————————————————–

E’ un appassionato della sua terra, in tutti i sensi. Del Mugello dove è nato, vive e ha la sua azienda di famiglia; dell’Italia per cui nutre un affetto e un rispetto profondi tanto da indossare spesso accessori, una cravatta o una cintura tricolori. Silvano, ma per tutti Simone, Bettini è un industriale speciale. Ha compiuto da poco 51 anni, è sposato con Fulvia e ha due figli: Niccolò, 20 anni e Daniela 18. E’ presidente di Confindustria Firenze, vicepresidente di Confindustria Toscana e da poche settimane è anche presidente di Fidi Toscana la finanziaria regionale per lo sviluppo. Ma soprattutto è vicepresidente nazionale di Federmeccanica. Si muove a suo agio tra i volontari alla Misericordia del Mugello o alle iniziative di beneficenza ma è capace anche di frequentare palazzi importanti: tra i suoi amici ci sono Massimo Calearo e Luca Cordero di Montezemolo. E’ stato uno dei sostenitori di Antonella Mansi come risanatrice della Fondazione Montepaschi e ha avuto ragione. Da quando è morto suo padre Rossano, fondatore nel 1981 della Rosss di Scarperia nel Mugello a pochi chilometri da Firenze, ora quotata in Borsa all’Expandi, guida l’azienda con grande piglio. Il segmento è quello della metalmeccanica, il prodotto le scaffalature metalliche per magazzini e negozi. Roba da old economy, direbbe qualcuno. E invece no: l’innovazione è arrivata fin quassù. Qualche anno fa il business stava perdendo qualche colpo e allora Simone si fa venire un’idea molto particolare. Nel maggio 2012 il terremoto in Emilia provoca danni ingenti nei magazzini caseari; le immagini delle “scalere”, le grandi scaffalature per la stagionatura delle forme di parmigiano, collassate dopo le scosse sismiche, fanno il giro del mondo. In tempi record, Rosss progetta il “Tree Cheese”, il primo scaffale antisismico costruito con elementi metallici e con collegamenti bullonati privi di saldature, integrato con i piani, studiati appositamente per la stagionatura del formaggio. In ottobre, Rosss consegna i primi magazzini antisismici alle aziende produttrici del comprensorio emiliano/lombardo, ideando e realizzando un sistema di ultima generazione capace di rispondere alle necessità della clientela. Rosss vive oggi un momento di grande stabilità, lo dimostrano i dati 2013. L’industria mugellana, ha chiuso con ricavi consolidati in incremento del 10,92% a 25,8 milioni di euro e con un utile consolidato di 78mila euro, rispetto all’utile consolidato di 37mila euro del 2012. L’indebitamento finanziario netto del gruppo a fine 2013 era pari a 2,14 milioni, in calo dai 3,95milioni di fine 2012.

Authored by: Mauro Sacchi